Il Signor aggiustatutto e le macchinette del caffé

(……) Mia madre ha sessantacinque anni. E’ iscritta a un club di cuori solitari. Comunque, ci rimasi di sasso. Mi bloccai lì, in cima alle scale, con la mano sulla ringhiera a guardare quell’uomo che la baciava e la TV trasmetteva qualcosa.
Adesso le cose vanno un po’ meglio. Ma in quel periodo, quando mia madre se la spassava, non avevo un lavoro. I miei figli erano fuori di testa, mia moglie era fuori di testa. Anche lei se la spassava. Il tizio che se la faceva era un ingegnere aerospaziale disoccupato che aveva conosciuto a una riunione degli Alcolisti Anonimi. Fuori di testa pure lui. (…)
Tratto da l racconto “Il Signor aggiustatutto e le macchinette del caffé”
di Raymond Carver

Annunci

Un commento Aggiungi il tuo

  1. lucetta ha detto:

    L’unico con la testa a posto era lui e meno male altrimenti il disastro sarebbe stato completo.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...