dimenticare, ricordare

Ho scoperto da poco che esiste la legge dell’oblio, che dimentichiamo solo in relazione al trascorrere del tempo e che funzionerebbe per tutti e per tutti gli eventi ma…ad un certo momento il ricordo si stabilizza. Io invece credo a chi sostiene che gli eventi traumatici siano più memorizzabili o meglio indimenticabili o che, al…

Due

(…) Intanto, nella strada, davanti alla chiesa, le bambinaie del quartiere, dondolando con mano nervosa le carrozzine, calcolavano il costo dei fiori e, franco più franco meno, quello dell’abito della sposa, consapevoli più che mai dell’ingiustizia sociale che le avrebbe private del velo di pizzo dei fiori e dei regali, mentre, inginocchiati l’uno accanto all’altro,…

Dal libro Il contrario di uno

Dal libro “Il contrario di uno” di Erri de Luca In te sono stato l’albume, uovo, pesce, le ere sconfinate della terra, ho attraversato nella tua placenta, fuori di te sono contato a giorni. In te sono passato da cellula a scheletro un milione di volte mi sono ingrandito, fuori di te l’accrescimento è stato…

Il gioco del mondo

(…) In quell’epoca non parlavamo molto di Rocamadour, il piacere era egoista e s’imbatteva su di noi gemendo con la sua stretta fronte, ci legava con le sue mani piene di sale. Giunsi ad accettare il disordine della Maga come naturale condizione d’ogni attimo, passavamo dall’evocazione di Rocamadour a un piatto di spaghetti riscaldati, mescolando…

Il ventre della macchina

C’è un momento che arriva dopo le lotte, le speranze, le disperazioni, dopo le vittorie e dopo le sconfitte, in cui un uomo si accorge che ciò che gli resta è soltanto la propria forza. Troppo insistentemente le vicende dei sentimenti si ripiegano su se stesse, cercando di perpetuare giochi o sottili torture cui il…

amici miei buon anno

Il bello di alcune amicizie è che non nascono da un passato in comune condiviso o ritrovato, non nascono dalla coetaneità ma dalla coessenzialità. E non c’è limite di età. Tu amica tanto più giovane e tu tanto più anziana e tu che ancora non conosci il tuo destino di uomo, siete insieme seduti al…

Thérèse Raquin

(..) Si strinsero in un orribile abbraccio, il dolore e la paura sostituirono il desiderio, e quando le loro membra vennero a contatto credettero di essere caduti in un braciere ardente. Gettarono un grido e si strinsero ancora di più, per non lasciare tra loro lo spazio all’annegato. Ma sentivano comunque i resti di Camillo…

la vera arte

«Era molto divertente, all’inizio. Smise di esserlo quando scoprii la differenza fra scrivere bene e scrivere male. E poi feci una scoperta ancora più allarmante: la differenza fra un ottimo stile e la vera arte; sottile ma feroce. » Truman Capote

Aleph

Saro’ capace di amare, al di sopra di tutte le delusioni. Di donare, anche quando sono stata privata di tutto. Di lavorare felicemente, anche quando mi trovo in mezzo a mille ostacoli. Di asciugare le lacrime, anche quando sto ancora piangendo. Di credere, anche quando sono stata discreditata. Paulo Coelho, Aleph

Il Signor aggiustatutto e le macchinette del caffé

(……) Mia madre ha sessantacinque anni. E’ iscritta a un club di cuori solitari. Comunque, ci rimasi di sasso. Mi bloccai lì, in cima alle scale, con la mano sulla ringhiera a guardare quell’uomo che la baciava e la TV trasmetteva qualcosa. Adesso le cose vanno un po’ meglio. Ma in quel periodo, quando mia…